martedì 30 giugno 2009

La mia giornata 30/06/2009

COME PROMESSO "AR MEJO", vi racconto la mia giornata di oggi 30/06/2009....quale migliore esempio potrei citare per raccontare la vita, se non raccontandola mia?

ore 06.30 DRINNNNNNNNNNNNN!!!!!!!!!! E' la sveglia che interrompe le mie meritate due ore di sonno.....SI COMINCIA....
Alle ore 7.10 imbocco la salerno-reggio calabria, da S.Mango D'Aquino....con la speranza di poter mantenere almeno la velocità di 80km/h, POVERA ILLUSA...davanti a me una bella betomiera carica carica...Che sfiga!!!!Ma non mi abbatto SORRIDIAMO...
Alle 8.00 arrivo all'Unical....bel tempo, tutto tranquillo....mi diriggo al 18c e attendo la prof. in aula F2, per svolgere Lingua e testualità mod. A e B....Mi vien voglia di un caffè! Vado su al 4° piano...per caso dò un'occhiata agli avvisi....BIP BIP...la prof. ha spostato il mio esame dalle 8.30 alle 15.00 proprio quando devo svolgere esercitazioni di informatica......NOOOOOOOOOO!!!!!
Doppia sfiga! Ma non mi abbatto...Parlo con la prof. ,sistemiamo tutto, è sempre disponibile Lei...
"She's a wonderful woman.."Attendo il mio turno...dalle 8.30 alle 12.00...attesa snervante...ma daltronde necessaria...Nell'attesa scopro che le informazioni che mi sono state date da una collega per quanto riguarda lo svolgimento del mod. B ,non erano corrette...BIP BIP....Stavolta mi incazzo prorpio...ma poi penso è dico vabbè Sorridiamo...Arriva il mio turno, parlo con la prof. e mi suggerisce di fare il mod. B giorno 3 Luglio, ed io accetto molto volentieri...Comincio il mio esame del mod, A...un esame fantastico, la prof. ha una capacità innata di metterti a tuo agio sempre e comunque....Voto finale: 2_? Non si dice!!!AHAHAHAHAH!!!è andato molto bene cmq!
molto più tranquilla...Prendo il cell. è rintraccio la prof. Gonzales per attestare il mio tirocinio..mi diriggo al 28 b è indovinate un pò????FORZA DAI!!!L'azienda per la quale ho lavorato non ha preparato l'attestato.......uffiiiiiiiiii!!!!BIP BIP BIP.....E così non posso neanche registrare l'esame...BIP BIP...Basta ho bisogno di CARBOIDRATI...Alle ore 12.40 sono davanti al Mc Drive ed ordino il mio Big Mac menù...
mmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmm!!!!!!!!!!
Aspetto le 14.00 è mi diriggo verso il 18c,4° piano,laboratorio di informatica....Diamo inizio al meglio....Alle 15.15 iniziamo l'esame, con il FORSE SI-FORSE NO, mio parente ritrovato ahahahahah il prof. Massara!!!L'esame prevedeva la ricerca su google di un argomento:Internet e la Censura, inviare una mail al prof. con i link dei documenti trovati, creare una presentazione su google docs, condividerla e publicarla!!!C'è l ho fatta: ecco qui il mio lavoro:
http://docs.google.com/Present?docid=dcctq32w_2d6pnpndq
Esco dall' Uni oltre le 16.30....e piano piano rimbocco l'autostrada per tornare a casina...SONO STANCA STANCA...ma riesco a rientrare alle 17.30....Finalmente posso fare una pennichella...infatti TEMPO ZERO...via nel lettuccio...
ED ORA ECCOMI QUI A RACCONTARVI LE MERAVIGLIE DELLA MIA VITA!!!!

Kiss Kiss

device per bla bla

[OCR] martedì 30 giugno 2009 [ambienti digitali]
Richiamo all'Aperto: cosa accadrà nel futuro. «Devo ammetterlo. E tutto sta cambiando velocemente. Quando la gente avrà a disposizione dei device per bla bla per cui finiremo con l'abitare il "chiuso" di un mondo popolato da uomini che conoscono un solo linguaggio, con cui danno titoli ai loro discorsi e regole alle loro azioni, le quali, oramai sorde al richiamo dell' "Aperto", come vuole l'espressione di Rilke, risiedono solo il recinto chiuso della sicurezza» - Umberto Galimberti

L'inferno Dantesco

Siamo in vena di novità. E' da poco stato presentato all'E3 (Electronic Entertainment Expo), inizio giugno 2009, un nuovo videogame: Dante's Inferno. Si tratta di un Survival Horror il cui gaming è simile a quello di Prince Of Persia. Al di là di queste caratteristiche, quello che volevo far notare è non solo il titolo, ma anche la storia del gioco. Ovvio che non ho potuto giocarci in quanto è appena uscito ed è giocabile su PS3 e Xbox, che però io non possiedo. La cosa "curiosa" è che il protagonista del gioco è niente di meno che Dante. E l'inferno è proprio diviso in gironi danteschi: vi è quindi il limbo, il girone dei golosi, degli accidiosi, lo stige. Insomma è ambientato nell'inferno dantesco, anche se, evidentemente per il genere, il limbo non è proprio quello dantesco, visto che i bimbi che lo popolano sono praticamente cattivi ed orrorifici. In più aggiungo che tra le armi a sue disposizione, Dante possiede anche una crocefisso. Sarà qualcosa di blasfemo, o il mezzo per allontanare via i demoni?
Sembra però che il personaggio riprenda i
l protagonista della serie God Of War, in quanto viene chiamato Kratos. Ma i due giochi sono un pò lontani, in quanto God of War è ambientato nell'antica grecia.
Se qualcuno è interessato lo
rimando al sito ufficiale, dove ci sono screenshot e notizie più dettagliate sul gioco.



Si ringrazia Mimmo per avermi fatto notare l'uscita di questo videogames.

In risposta ad "AnnunciatioOoOn! AnnunciazioOoOn!"

Ragazze mi piace molto il vostro progetto di collaborazione.
Era carina anche l'idea dello scambio dei blog e mi fa immensamente
piacere che abbiate pubblicato la vostra chat: in fondo state mettendo
su una redazione, di due persone per ora, ma è chiaro il vostro
obiettivo: una redazione diffusa. Pubblicare le chat significa
condividere coi vostri compagni questo lavorìo continuo.
Brave!
Vi scrivo per pregarvi di cambiare il post che avete messo su ambientidigitali:
sul web le mail si scrivono con AT al posto della @ altrimenti lo spam
vi sommergerà.
Vi prego anche di aggiungere al post un commento in cui comunicate
agli altri questo punto (AT, non @).
Chiaramente, potete pubblicare anche direttamente tutta la mail. Perchè no?
Un abbraccio ad entrambe!


--
Anna Maria Campise
Coordinatrice di Redazione
Laboratorio di Trasferimento Tecnologico per le Redazioni Digitali

AnnunciazioOoOn! AnnunciazioOoOn!

Ciao a tutti.

Innanzi tutto ci presentiamo siamo Annamaria Morelli e Debora Magurno.

Vi scriviamo per due motivi.

  • Il primo è per annunciarvi il nuovo progetto di collaborazione. I nostri rispettivi blog hanno in comune il desiderio di rACCOGLIERE qualunque forma di espressione, dalle più comuni alle più inusuali o riadattate a proprio modo. Insomma l'obiettivo principale era dare libero spazio ai diversi tipi di comunicazione, non scopiazzate qua e la, ma originali e autentiche. Quindi perchè non farlo insieme?!
  • A tal proposito, il secondo motivo che ci spinge a scrivervi e chiedere la vostra collaborazione:
    Invitiamo tutti, nessuno escluso, a mandarci le forme di comunicazione più usate (musica, canto, pittura, graffiti, poesie, scrittura in genere, danza, ma anche inventate o interiorizzate in modo originale) o che, pur se non direttamente utilizzate, suscitano il vostro interesse e stuzzicano la vostra curiosità. Questo perchè vogliamo che il lavoro che andiamo ad iniziare possa essere veramente dinamico e veda (ci auguriamo) la collaborazione di tutti.


Aspettiamo presto il vostro contributo. Buon lavoro!

Potete trovarci qui:
http://annamariashout.blogspot.com/
annamaria.morelli87ATgmail.com

http://comunicartefscc.blogspot.com/
debora.magurnoATmondoailati.unical.it



[animus] BarCampus e TeleVisione

consente ai nostri utenti di cambiare quando le cose non vanno bene

internet 1995 giudalab deis unical Noi abbiamo delle regole chiare e la più importante è non intrappolare i nostri utenti nel nostro sistema, il che consente ai nostri utenti di cambiare quando le cose non vanno bene. Il che ha un secondo pregio, quello di farci capire dove stiamo sbagliando e come possiamo migliorare e ci aiuta a non diventare troppo grandi o potenti»
Nàstenka ha detto...

Barcamp - la pecora al gregge, la pecora al pastore.

Caduto dal trespolo:
"aiuto!aiuto!
attenzione! attenzione!"

vedreste anche qui
tracce di resistenza?
...
Solo tracce di umana velleità

trascendere nella vuota pienezza.

LA GRANDE CRISI!
Colpi di mutuo
alle coscenze.

Obbligazioni collaterali di debito.

Dazi doganali a flussi di coscienza.

Idiologie outbound inbuond.
dalla banca acquirente al nuovo emittente, al migliore offerente.


Offerto al sottoscrittore un trespolo d'oro e nuovo.
Un trespolo nuovo e d'oro.

Richiamo all'Aperto: cosa accadrà nel futuro. «Devo ammetterlo. E tutto sta cambiando velocemente. Quando la gente avrà a disposizione dei device per

per cui finiremo con l'abitare il "chiuso" di un mondo popolato da uomini che conoscono un solo linguaggio, con cui danno titoli ai loro discorsi e regole alle loro azioni, le quali, oramai sorde al richiamo dell' "Aperto", come vuole l'espressione di Rilke, resiedono solo il recinto chiuso della sicurezza.
Umberto Galimberti

L’integrazione fra Android e Google Voice, "offrirebbe un ambiente di telecom completo da tenere in tasca, adatto a privati e a piccole aziende allo stesso modo. E potrebbe finalmente dar il via a quella rivoluzione della comunicazione che la nascita di servizi come Skype e Vonage aveva annunciato, ma che di fatto non si è mai realizzata".
cosa accadrà nel futuro «Devo ammetterlo. E tutto sta cambiando velocemente. Quando la gente avrà a disposizione dei device personali potentissimi connessi a network ultraveloci e a server con un’infinità di contenuti, ci saranno ancora nuove applicazioni e saranno tutte personalizzate. Gireranno su modelli evoluti dei nostri cellulari, saranno in grado di essere i nostri assistenti sociali e personali e ci terranno connessi con gli amici e con il lavoro. Credo che il futuro sarà modellato da un computing power pressoché infinito e da macchine potenti e portatili»
Google voice:
Noi abbiamo delle regole chiare e la più importante è non intrappolare i dati dei nostri utenti nel nostro sistema, il che consente ai nostri utenti di cambiare quando le cose non vanno bene. Il che ha un secondo pregio, quello di farci capire dove stiamo sbagliando e come possiamo migliorare e ci aiuta a non diventare troppo grandi o potenti»

[editor] PER QUALCHE VIRGOLA IN PIU'

Tra chi scrive e i suoi editor c'è il momento atteso della verità sensibile, ci sono il dispiegamento del testo che sta per pubblicarsi, le letture decisive prima di quella pubblica che nel web è mutante ma sulla carta tra poco si fisserà per sempre.
In questo Cristiano Testa in formato 30X30,preso tra Lara, Lorenza e il senior-editor, il corto circuito è breve perchè in esso è già sperimentato il disagio dello scrittore moderno: e si dichiara - il sogno di Vito Riviello di una scrittura non necessariamente in crisi cade come "davanti al primo venuto" che è l'"amato" di Amelia (Rosselli)(aut. cit. da videor.it).
Una scrittura continuamente metaforica e citazionista mi sfibra! oddio, certo, ma per una scrittura incidentata com'è quella di Testa, il suo sarcasmo che Lorenza dice solo di emendare dell'espressione "volgare"(*) che risucchierebbe altrimenti tutto il testo, condivisa e accolta anche dall'entusiasmo decisivo di Lara che ne coglie al volo lo "sharing" evidente, eccita!
- e noi siamo "contenti che ecciti a ira maggiore"

(cit. Savonarola vs Pagliarani, ibidem videor.it).

Alla comunicazione di flusso generalizzata - Marcuse direbbe ad una dimensione - di radio tv e giornali, non conta se indifferentemente generalisti o di nicchia,succede la redazione di flusso con il terminale interno che integra su di sè la rete dei punti sensibili. E la scrittura diretta trionfa.
L'ira funesta del Pelide Testa è contenuta, non bellettritrica e castrata! ed il lettore è graziato: grazia del Testo-Testa, sarcasmi domati, arie fuoriuscite dai talk di redazione, concerto del "life sharing mode".


(*)(Nota dell'autore) L'espressione "Molti di voi sicuramente avranno un padre o – peggio! - una madre che caca la minchia per l'utilizzo esagerato del computer e di internet" è stata sostituita da: "Molti di voi sicuramente avranno un padre o – peggio! - una madre che stressa per l'utilizzo esagerato del computer e di internet"

[BarCampus] Annalisa, Pasolini e la televisione

da Annalisa alla televisione e oltre: la Filippa, Berlusca, DomCom..



- Ma allora, chi è stato per te Pasolini?
- Il poeta delle Ceneri di Gramsci, il regista
della Ricotta, l’intellettuale che, in linea con
il Novecento, ha tentato di trovare una cifra
stilistica che coniugasse la Passione civile con
le Ideologie che le si volevano incontrare. Ma
fu anche il compagno di scuola di Leonetti e
di Roversi, il calciatore compagno di giochi di
Franco Farolfi. E perché no, l’omosessuale
che la sera cercava sui marciapiedi della sta-
zione Termini adolescenti e giovanotti che si
intrattenessero sessualmente con lui, come
facevano i normali “ricchioni” (non gay) del
suo tempo, dei quali, dopo il delitto del Cir-
ceo e lo stupro di Cinecittà andava scopren-
do tratti che nulla avevano a che fare con i
sottoproletari di vent’anni prima
- Ed allora?
-Allora invitiamo a leggerlo Pasolini, anziché
santificarlo. E principalmente facciamolo
leggere in compagnia degli intellettuali del
suo tempo

sfidarsi è bene..ma

Sfidarsi é bene
per cercare
il meglio

sfidare il
vento
sul mare d'inverno

ma nell' acqua gelida
non c' é verso che tenga!
- se citato a fondo.

meglio corporeo o incorporeo??


per sapere di cosa sto parlando...visita il mio blog: http://komunicareeco.blogspot.com/


[BarCampus] l' Arena dei blog


la bussola di Gianluca Arena

[BarCampus] Le carte di Mario

[BarCampus] Le carte di DomCom

[BarCampus] il blog del brucaliffo

giusy "teoretica": il blog a struttura aperta
Noi abbiamo delle regole chiare e la più importante è non intrappolare i nostri utenti nel nostro sistema, il che consente ai nostri utenti di cambiare quando le cose non vanno bene. Il che ha un secondo pregio, quello di farci capire dove stiamo sbagliando e come possiamo migliorare e ci aiuta a non diventare troppo grandi o potenti»

Un blog "monstre"

http://giococonparole.blogspot.com/

giusy mazzei

[BarCampus] Stanley Kubrick on stage

Arancia Meccanica

[BarCampus] Cose di redazione

La redazione fatta di studenti tende ad "aiutare" i simili, non posso impedirlo, lo tollero, certo, ma fino ad un certo punto.
Succede infatti che la maieutica dei redattori porti a realizzare un mostro didattico: dei ciuccioni dichiarantesi tali orecchiano degli stilemi e abborracciano compitini snervati.



Redattori? redattori, non dottori, eh, mi raccomando. Chiedo ancora una volta che ci sia una inimicizia dichiarata verso chi considera la redazione come un omnibus per non seguire di persona l'evolversi dell'elaborazione collettiva della comunicazione del corso.
Noi abbiamo delle regole chiare e la più importante è non intrappolare i nostri utenti nel nostro sistema, il che consente ai nostri utenti di cambiare quando le cose non vanno bene. Il che ha un secondo pregio, quello di farci capire dove stiamo sbagliando e come possiamo migliorare e ci aiuta a non diventare troppo grandi o potenti»

lunedì 29 giugno 2009

momenti di ciutia

un altra chat che non ti aspetteresti in questo clima di ...

http://komunicareeco.blogspot.com/2009/06/allora-ce-qualcuno-che-ringrazia.html

[BarCampus] da Cassano allo Jonio ad Arvacacata


e intanto esterì...
loook annunciaziooooon-annunciaziooooon.html

Gianluca Gambardella
Cosa impariamo da questo video?
1)che Ester Cristaldi honoris causae (con l'aggravante di essere cresciuta con affianco cotanto fratello) ha diritto ad essere insignita del titolo di "prof Converso" (quindi Orà, illa parra e tu firmi)
2)che ambienti digitali va insegnato nei corridoi del 18c, o quanto meno trasmesso da là. Tanto ste voci sono come gli spifferi: nonostante gli sforzi tuoi e di tutta la santa segreteria, vagheranno incontrollati influenzando qualcuno (etciù)
Gianluca Gambardella
Sarei stato onorato di essere evocato dalla Cristaldi junior
Ester Cristaldi
mi sa che sarebbe la soluzione ideale. non se ne può più di quelli che rompono le scatole chiedendo "ma per ambienti digitali che devo fare?" e che diamine :D!
Ester Cristaldi
nelle prossime puntate ti evocherò caro gamby

a partire dalla cariola che postavi su mondoailati :D
Gianluca Gambardella
cariola? what the hell?
Ester Cristaldi
una roba che mettevi per bloccare le discussioni di swe b

"fine delle discussioni.... è ora di pensare all'esame"
e poi mettevi sta foto :D
Gianluca Gambardella
ah, ora ricordo....
In merito all'uso illecito di informazioni non controllate: non esiste vaccino o cura, solo terapia di contenimento e controllo. Accetta il consiglio...
Ester Cristaldi
e mi sa che hai ragione, sor gambardella!

e dire che io non faccio parte della redazione, eh :D!
Gianluca Gambardella
Le redazioni generano mostri, Converso li plasma...
No Mal, no redazione (nel senso nostro classicistico del termine, ora in quel cubo esiste un progetto come la radio e non so cosa altro. Sono uscito dal giro)
Ester Cristaldi
già, c'è Ponteradio, ma io non ne faccio parte. Mi piace stare un po' qui, un po' lì, vedere come le cose funzionano ma mai sposare interamente un progetto :)

Sono incoerente e ne vado fiera :)!
Orazio Converso
c'è una radio? e allora? cazzi loro










Di nuovo Pasolini?!

La discussione alla BAU si era accesa ed era mooolto animata. Questo vuol dire di certo che le persone che così tanto si erano interessate alla sua opinione avranno ancora voglia di dire la loro.

Alert (cos'è? di Google of course)


Ambienti Digitali 0809 Elleboro dalla A alla Z
Elleboro dalla A alla Z. Provava pa parlare posì Stefania Anna bloggava con Denise ellEbOro finiva grandi help invasero le menti nostre ...

[BarCampus] l'Emittenza Telematica della LooseTv

l'Emittenza Telematica della LooseTv
Noi abbiamo delle regole chiare e la più importante è non intrappolare i nostri utenti nel nostro sistema, il che consente ai nostri utenti di cambiare quando le cose non vanno bene. Il che ha un secondo pregio, quello di farci capire dove stiamo sbagliando e come possiamo migliorare e ci aiuta a non diventare troppo grandi o potenti»

[BarCampus] Alt ! la Loccisano!


Gianluca Gambardella a proposito di MondoAiLati-Facebook
Gianluca Gambardella
in quei giorni (bibbia cit) non c'era facebook, c'era messenger ma in pochi avevano lo space. Adesso se vai a chiedere a questi giovani un account su un social network ce l'hanno sicuro...

[BarCampus] Fighetti on air

http://www.blogailati.blogspot.com/

[Bus urbani] Vado all'Uni

Analisi Esami Converso
È inutile nasconderlo o girarci intorno, ma l’esito degli esami non ha minimamente centrato il target che ci eravamo promessi di raggiungere. Il primo appello doveva essere quello dei migliori, quello di chi aveva partecipato ai blog, di chi aveva un folto numero di coautori (pensate che ci eravamo preoccupati che il limite di cento imposto da blogspot vi avrebbe limitato) di chi insomma era diventato un vero e proprio stratega della comunicazione nel web.

Illusi, noi illusi, e voi messi a nudo da un semplice doppio schermo che vi fotografava; avete considerato il blog come un compitino e la partecipazione agli altri come una pura formalità. E pensare che gli animi erano caldi, che le polveri prendevano fuoco facilmente, ma tutta questa energia è andata dispersa inutilmente.

Il blog era un trampolino di lancio ed è diventato il vostro pantano, basta analizzare un dato: il record di partecipazioni ai blog come coautore da parte di uno studente, del migliore degli studenti, è di otto, e se escludiamo ambienti digitali e quello proprio ne restano sei, e poi ancora, ovviamente, questi sei erano tutti amici.

Continua

(fuorilinea)

Ringraziamenti paricolari

Volevo dirvi che apprezzo tutti voi per la grande solidarietà che avete dimostrato nei confronti del mio amico e collega Davide (anche se in molti casi si è trattato di lecchinaggio ma lasciamo stare...), però volevo anche e soprattutto ringraziarvi per la solidarietà che NON avete mostrato nei confronti di chi ha lavorato tanto per voi e si è fatto il culo!
Sì perchè non ci avete pensato due volte a voltare le spalle a noi che eravamo sempre in talk a vostra completa disposizione, a darvi consigli, a spiegarvi le cose passo per passo, a noi che vi abbiamo tenuto aperto il laboratorio dalla mattina al pomeriggio tardi tutto tempo che avremmo potuto tranquillamente spendere a studiare per gli altri esami che ANCHE NOI dobbiamo darci o comunque per farci i cazzi nostri!!
Questo post non vuole essere un modo per rinfacciarvi tutto ciò perchè io e penso tutto il resto della redazione abbiamo fatto tutto ciò con amore e passione....volevo solo dirvi che sono delusa perchè è brutto vedere che uno si sforza tanto per una cosa e poi il suo sforzo non viene apprezzato!Ovviamente non parlo di tutti i miei colleghi in generale perchè PER FORTUNA su questa terra ci sono ancora esseri dotati di un cervello che hanno apprezzato il nostro lavoro!
Un caloroso abbraccio lo ai miei pupilli che sono stati la mia soddisfazzzzzzzzione (pasquale, annabella, caterina, arianna,luca, bruno, sara, ecc ecc ecc )

cominciare e finire..

per sapere tutto sugli ultimi scontri visitate il mio blog....
sintesi accurata...e chiara soprattutto!!!
ecco il link relativo: http://komunicareeco.blogspot.com/2009/06/come-tutto-ebbe-inizioe-fine.html
se avete altri dubbi, incertezze perplessità..non esitate!!!

Tutti a studiare semmai :-(

Esami al terzo appello di Luglio

tutti i passi da fare per 15 giorni http://docs.google.com/View?id=dgb5rn3h_6f3cbt7f2

prime ISTRUZIONI per gli esami di luglio
AVVISO. chi vuole sostenere l'esame di ambienti digitali al terzo appello e non ha ancora ottenuto l'invito a collaborare al blog di ambienti digitali DEVE richiederlo inviando una email a: ambientidigitali0809ATgmail.com

antefatti

  • richiedere la partecipazione, tramite mail, come coautore a: ambienti digitali0809@gmail.com

  • Partecipare ATTIVAMENTE ad altri blog sempre come coautore

in questo blog trovate un gadget con l'elenco degli autori da cui prendere gli indirizzi mail dei vostri colleghi (oppure prendete gli indirizzi nel doc http://docs.google.com/View?id=dgb5rn3h_6f3cbt7f2)

Per rendere pubblica la vostra mail in questo elenco basta entrare nel profilo utente di blogspot alla voce "modifica profilo"



Ora basta spuntare le caselle come nella foto seguente

Per aggiungere autori al vostro blog, invece, basta seguire il percorso

Tutti ar'mare


Noi abbiamo delle regole chiare e la più importante è non intrappolare i nostri utenti nel nostro sistema, il che consente ai nostri utenti di cambiare quando le cose non vanno bene. Il che ha un secondo pregio, quello di farci capire dove stiamo sbagliando e come possiamo migliorare e ci aiuta a non diventare troppo grandi o potenti»

domenica 28 giugno 2009

Riflessione per tutti:

Quando uno non distingue più i banditi dagli sceriffi , è segno che è nella merda!

[Control room] La redazione nel Reference e poi un classico FF

Annarita. In arte, Caudia, perchè? E' demente abbastanza..e poi un classico FF in zona

[BarCampus] Goffman e i suoi allievi verso l'etnografia dei bassi fondi

Sia Turner che Goffman hanno affrontato studi sulla devianza nei quali gli individui 'marginali' sono identificabili come soggetti che non condividono una morale riconosciuta ma spesso sono ottimi 'attori', dalle spiccate capacità autorappresentative, elaborate nel tempo. Esse vengono utilizzate per farsi accettare con maggiore facilità dagli altri e dalla comunità ospitante: "(...) la sociologia dell'inganno ha condotto Goffman e i suoi allievi verso l'etnografia dei bassi fondi. Non perché l'inganno non sia praticato in altri ambienti, ma perché è nei bassifondi che si trovano alcuni degli esempi più puri di strategie basate esclusivamente sull'abilità nel controllo delle impressioni. In altri termini è in questo contesto che spesso le persone si lanciano in affari a mani vuote e con un sorriso accattivante." (23)

La società 'individua' al suo interno un certo numero di persone che per la particolarità del comportamento o della loro condizione definisce 'marginali', perché estranei alla piena condivisione della vita comunitaria e per questo potenzialmente pericolosi per gli altri suoi membri.

In una situazione marginale si trova anche colui che esce temporaneamente dal novero della comunità per sottoporsi a un 'rito di passaggio', ed è in questo senso che si comincia a parlare più specificatamente di attraversamento liminale; una fase di transizione che precede e introduce a una nuova condizione o a un nuovo status sociale (24). Il rituale diviene un elemento fondante del processo di integrazione o di esclusione da una componente della società.

La condizione di marginalità rimane sospesa fino a quando l'individuo deviante non entra a fare parte di un'altra cultura, o di una subcultura, che determina il permanere nella condizione di marginalità. Con il termine subculture o sottoculture si intende riferire dei gruppi che, operando organizzazioni di significato, condividono codici e valori distinti dalla cultura egemone, pur condividendone spazi urbani e sociali. Questa organizzazione culturale diviene riferimento, accomuna, ad es., una serie di devianti che condividono regole da essi stessi stabilite e che spesso sono definite "a-morali" dalla società dominante (25)

[BarCampus] persone "in sospeso" nelle società complesse

Può essere utile introdurre, a questo punto, le considerazioni del sociologo americano Goffman. All'interno degli studi sull'interazione simbolica nella realtà quotidiana (20), egli sostiene che tutto il mondo è un immenso palcoscenico, sul quale gli individui condividono regole più o meno automatizzate di convivenza e codificazione.

L'appartenenza ad un gruppo riconosciuto socialmente semplifica sensibilmente le relazioni umane, grazie alla facilità con cui si riconoscono dei codici comuni; mentre nelle relazioni non riconosciute 'moralmente' è inevitabile che talvolta si realizzi il ricorso alla finzione. Le persone che stanno "al margine", all'interno di un contesto di "dramma sociale", possono essere collocate, così come le descrive Goffman, in una condizione statica di sospensione liminale. Esse sono liminoidi (21), persone "in sospeso", che, specie nelle società complesse, non compiono il ciclo del dramma sociale per essere quindi reintegrati, ma possono permanere nel loro stato.

I lavori di Turner e Goffman hanno una continuità linguistica, facilitata anche dall'utilizzo, che entrambi fanno del lessico teatrale. Tuttavia, mentre Goffman studia le relazioni nella loro specificità e riproducibilità, Turner indaga sulle comunità, studia lo 'scarto' tra la persona, i 'ruoli', e la conseguente moltiplicazione di questo scarto.

[BarCampus] Chiedete a Gianluca

Della follia
Le considerazioni svolte da Goffman, per esempio, mettono in luce come i rapporti umani siano influenzati dai ruoli, e come ne subiscano un effetto quasi 'demiurgico' da parte della collettività. Goffman evidenzia come ogni soggetto subisca l'influenza della società, dei cambiamenti e delle conseguenti risposte comportamentali che gli individui singolarmente elaborano. Uno "status" è una posizione, una 'nicchia' sociale non è qualcosa di materiale da possedere e mettere in mostra, ma piuttosto un modello di comportamento appropriato, coerente, abbellito e ben articolato. Il ruolo è rappresentato con disinvoltura o con impaccio, consapevolmente o no, con astuzia o sincerità, è non di meno qualcosa che deve essere inscenato e illustrato, che deve essere realizzato. Sartre ce ne dà una buona illustrazione (12)".

[BarCampus] Atto Secondo Pensare è da stupidi (no?)

[BarCampus] diretta internet 23 giugno 2009 dalle 9.30

Apocalittici e integrati a Cassano allo Jonio
Il cambiamento delle condizioni "normali", scaturito dalla crisi, è compiuto, o bloccato, attraverso un rito. Il riassestamento dell'intero schema sociale si effettua anch'esso con una cerimonia che Turner interpreta in associazione ad una performance teatrale: "le controversie, i riti di passaggio, risaltano drammaticamente perché i partecipanti non solo agiscono, ma si sforzano di mostrare agli altri quello che stanno facendo e hanno fatto: le azioni risultano eseguite per un pubblico" (11).

L'idea di riproducibilità degli eventi, che costituiscono i momenti significativi della comunità, è associata da Turner al teatro, che rispecchia il mondo e i meccanismi di reiterazione dei 'rituali'; condizioni che si presentano con 'attori' differenti ma in strutture simili. Attraverso lo studio della "performance" Turner dimostra quanto la realtà e il teatro siano 'liminalmente' intrecciati: "il teatro è un'ipertrofia ... un'esasperazione dei processi rituali".

L'utilizzo che Goffman e Turner fanno del lessico teatrale introduce l'idea che la dimensione della ripetibilità e riproducibilità funzioni tanto nei riti sociali, quanto nelle performances teatrali. Goffman parte dalla metaforizzazione, dalla negoziazione dei simboli e dei significati della vita quotidiana, arrivando ad asserire che "tutto il mondo è un immenso palcoscenico, e gli esseri umani degli attori".

[BarCampus] San Francesco

Il blog extracolto he segue tutto il corso
Dunque, detto questo, per me mondoailati ha rappresentato un momento di liminalità, così come il movimento per esempio di Francesco d'Assisi. A un'iniziale purezza d'intenti, data dal momento di rottura con il passato e di ridefinizione dei "ruoli", ha seguito, inevitabilmente (per Turner INEVITABILMENTE, questo è importante) il momento strutturale. I francescani che per seguire la parola del defunto San Francesco non sanno se organizzarsi in conventi (e quindi accettare la proprietà, cosa ripudiata da San Francesco) oppure no. Queste situazioni si ripetono costantemente nella storia dell'uomo, nelle società del centro-africa (ancora tribali) vengono "simbolicamente" rappresentate attraverso riti. Il mondo non sarebbe altro che espressione di questa continua tensione fra struttura e antistruttura. la struttura è "i raggi della ruota, l'asse che la congiunge al carro", l'antistruttura è "il vuoto fra i raggi". è un concetto "sotrattivo". La liminalità è il momento in cui si rimettono in discussione i valori della società (nel rito..simbolicamente) per "riorganizzarla".

Mondoailati era un momento liminale, poi c'è stata l'inevitabile strutturazione et assestamento, ed eccoci ora , dunque, qui.

[BArCAmpus] Atto 012 le recensioni dei tre blogailati

Atto 012 le recensioni dei tre blogailati
Negli ultimi giorni, come prova d'esame
live, la loro pratica è stata generalizzata, son piovute in redazione le recensioni estorte dal prof.


Victor Turner recupera il concetto di marginalità dagli studi di carattere sociologico sviluppati dalla scuola di Chicago (università nella quale egli stesso lavorò a lungo); fu il sociologo americano R. E. Park (1921) (13) che, nello studio delle conseguenze socio psicologiche delle 'migrazioni', introdusse criticamente il concetto di marginalità." Secondo Park l'uomo marginale si caratterizza per una sorta di doppia appartenenza culturale, non avendo reciso i legami col suo passato e le sue tradizioni, e non essendo del tutto accettato in una società in cui cerca di ottenere una nuova posizione" (14). Turner eredita il concetto e lo applica allo studio delle 'communitas' per descrivere quelle che vengono chiamate 'situazioni intermedie'. Le situazioni intermedie hanno spesso connotazioni spaziali (favelas, bidonvilles, ghetti).

Tratto dal mio blog

Utilizzo questo mio piccolo spazio per sfogare la mia rabbia e la mia delusione...
Oggi come molti di voi sapranno è successo un mezzo casino a causa di vari post in cui è stata messa in discussione la serietà dello svolgimento dell'esame di Ambienti Digitali...
Ma la cosa che più mi da fastidio è come venga usata gratuitamente la parola "collaboratori (o assistenti)di Orazio"... ci vengono date delle colpe assurde.. di non essere stati sempre presenti, di avervi voltato le spalle... di aver deciso noi i voti!! Ma stiamo scherzando??Io e tanti altri anche la notte eravamo online sempre disponibili a darvi spiegazioni...inoltre Io sono nella redazione da un anno e mezzo e non ho mai visto nessuno di noi dare voti, è sempre stato il prof!Nei giorni successivi all'esame del 23 io non ero presente ma confido nella serietà di Orazio e sono sicura che non ha fatto decidere a noi altri il voto!
è stata attaccata in particolar modo Enrica per dire che anche lei ha dovuto sostenere l'esame e nonostante ciò faceva parte della redazione...beh perchè attaccate solo lei e non me??Anche io ho sostenuto st'esame e faccio parte della redazione!!Spiegatemi perchè attaccate lei!!
E comunque vi ripeto prima di parlare pesatele le parole perchè qui c'è gente che si fa il culo da mesi e mesi e voi non siete NESSUNO per sparare sentenze a zero senza sapere un cazzo ok??!!
A buon intenditore poche parole!

Un Post per D e per tutti gli altri...

Davide ha mollato..ha chiuso il blog e non voglio che questo passi inosservato.

Davide ha sperimentato sulla sua pelle un’amara verità: che quando si combatte per una causa che per noi ha un certo significato, quando si ha il coraggio di dire ciò che si pensa anche rischiando di andare contro gli interessi altrui ,allora … si riamane da soli.

Tutti siamo amati e acclamati fin quando siamo d’accordo e non diamo fastidio a nessuno, poi però appena una persona vuole esporre la propria idea, in molti ci voltano le spalle.

Per quanto mi riguarda, ciò che è successo dopo il mio articolo è stato a parer mio un sano e democratico confronto e scontro tra idee e situazioni diverse, a volte forse ha raggiunto toni troppi accessi ,altri commenti invece hanno sfiorato il limite della decenza.
Ma siamo in democrazia:
la libertà di pensiero non ci può essere tolta e, in questo mondo dove purtroppo si può parlare sempre meno, io,che sono una goccia in mezzo al mare, sollevo polveroni e muovo critiche, non per il semplice e perverso gusto di criticare fine a se stesso, ma per il gusto di vedere quanto siamo forti a difendere la nostra posizione.

Caro Davide non voglio prendere posizione riguardo alla tua scelta di “mollare” è una scelta tua e in linea con i principi di coerenza e democrazia,che mi prefiggo di difendere sempre, non mi permetto né di criticarti né di giudicarti, ma voglio dirti una cosa …
Causewitz diceva che la vita è una battaglia ingrandita, ed è vero :
ogni giorno saremo chiamati in causa a difendere i nostri principi e i valori in cui crediamo, e dobbiamo crederci davvero se non vogliamo che qualcuno ci privi della stessa forza di lottare!!!
E alla fine di questa lotta non è importante chi vinca o chi perda l’importante è uscirne a testa alta con la consapevolezza di aver fatto sempre e comunque la cosa che PER NOI era la più giusta …
Se riusciremo a non farci trascinare dalla corrente, se riusciremo ad sempre coerenti e sinceri con noi stessi e con gli altri, accettando la sconfitta con dignità e considerando la vittoria non come un punto d’arrivo ma come un punto di partenza allora ,a prescindere da come andrà noi saremo sempre degli eroi…

Credo nella solidarietà sociale!
Credo nella giustizia e nell’uguaglianza!
Credo nella libertà di pensiero e di parola!
Credo nell’uomo che agisce come vorrebbe che gli altri agissero nei suoi confronti...

Corsi e ricorsi: ripetitività

http://ambientidigitali.blogspot.com/2009/06/angelica.html

http://ambientidigitali.blogspot.com/2009/06/dal-blog-di-angelica-cicoriala.html



L'isotopia è quel concetto, legato a quello di coerenza testuale, che definisce nel testo un percorso di lettura omogeneo, poggiando sulla ripetizione di elementi semantici in diversi luoghi del testo stesso, in modo da indirizzare le attese del fruitore. In uno stesso testo si possono ritrovare più isotopie differenti, un'isotopia può sdoppiarsi per via di una "disgiunzione isotopica", con possibili effetti di straniamento, di comicità, di sorpresa, i quali sono oltremodo sfruttati in ambito pubblicitario.

Mi sento sola...

Non credete sia un pò triste Ambienti Digitali dopo i primi appelli?!Di quelli che hanno già fatto l'esame resistono solo alcuni, e quelli che, come me, ancora lo devono fare....?!Dove siete finiti?Mi sento come la particella di sodio nell'acqua lete:) non so se rendo l'idea...non lo so forse è una mia impressione...beh è vero pure che in questi giorni l'esaurimento è alle stelle...mah...

I talk che (non) ti aspetti (e che vorresti sempre avere)

me: anna maria
scusami
posso?
annamaria: ciao
si dimmi
stavo leggendo il post
me: giusto per conferma
annamaria: di caccola...
me: appunto
è tuo il blog
vero?
annamaria: si certo ke è mio
e lo stavo proprio scrivendo
16:44 me: va bene, se lo scrivi tu mi fai una cortesia
annamaria: certo ke lo scrivo.
me: io posto solo il mio nome e cognome
:-)
buon lavoro
annamaria: grazie e anche a te
e tutta la redazione
ke a dispetto di quanto si dica
16:45 avete fatto veramente un buon e grosso lavoro
forse poco apprezzato
me: annamaria grazie mille, dal profondo del cuore
annamaria: anke se naturalmente errare è umano è la perfezione non è dono di nessuno...
16:46 ma credo, almeno da quanto ho potuto vedere ,
ke ci avete messo tanta passione e impegno
e per dei ragazzi, che non hanno il titolo di docente e che lo fanno quasi come un "volontariato"
16:47 mi pare abbastanza
me: annamaria
ti ringrazio
sinceramente
abbiam sicuramente fatto degli errori
ma ci mettiamo l'anima
annamaria: non è una lavata di faccia o un voler elogiare nessuno!!! sia chiaro!!!
16:48 me: annamaria siete in parecchi a dircelo
annamaria: ma quello ke è giusto è giusto!!! e il vostro lavoro lo apprezzo molto, come credo molti altri
me: so che siete sinceri
ascolta posso chiederti un favore?
annamaria: si dimmi
16:49 me: posso mettere parte di questa conversazione online? se vuoi copro il tuo nome con un nome di fantasia
tutti ci ringraziano qui
vorrei che si leggessero queste cose
16:50 annamaria: puoi metterla tutta e puoi mettere anke il nome
non mi nascondo dietro un dito
e solitamente se dico o faccio una cosa
è perchè la penso
e me ne assumo le mie responsabilità
16:51 me: grazie annamaria
davvero
annamaria: e di ke?
16:52 io mi limito a fare il mio lavoro per l'esame ma a metterci la faccia e tanto tanto tempo
siete voi
16:53 me: non è da tutti...ti auguro buon lavoro
annamaria: grazie a nche a te
me: ho precisato che siamo 2 persone diverse intanto
su appuntiesami
annamaria: si ho visto
me: ti lascio ora
annamaria: ok
ciao
me: devo mandare la tesina a virno :-(
16:54 annamaria: hihihi
allora in bocca al lupo...
me: crepi...
a dopo
annamaria: ciao
me: buon lavoro
annamaria: anche a te

Università in versi


eddai che già sto una chiavica
:(:(
4:17pm ciccillo
poi mi tratti pure cosi
cazzo
stracazz

m'ammazz

Corsi e ricorsi

Sono io l'autore del post che ha sconvolto gli animi dei vostri colleghi e pertanto questa email rappresenta un modo sincero per chiedere scusa a tutti coloro i quali ancora una volta sono stati colpiti, anche se si è trattato di una bellissima incomprensione, che ha portato a questo macello. Quì voglio dire solo che mi dispiace per quanto successo e che comunque una cosa simile non accadrà più; l'unico boccone amaro sta nel fatto che siete stati tutti offesi gratuitamente da chiunque in questo corso, e poi davanti al primo post che voleva aprire una discussione mi avete mangiato. Non colpevolizzo nessuno, la colpa è interamente mia e non cercatela altrove.


post scriptum Scusate ho inviato la mail per sbaglio,non era conclusa.
Ad ogni modo ripeto e confermo le mie scuse e il mio dispiacere; quest'ultimo episodio però è stato così negativo, in tutti i sensi,che ho deciso di non interessarmi più a questo corso (tanto è finito). Per cui,in caso riusciate a reperirmi,dato che disinstallo il talk,e sarò disponibile di rado su gmail,siete pregati di non chiedermi nulla che riguardi converso.
Farò un ultimo post sul mio blog più tardi, poi mollo anche quello. Baci.

Zanzare (pare si parli solo di teoria dell'intelligenza multipla)

Ordunque, mia cara, alla fine per assecondare le tue follie mi sono letta tutte quelle poveracciate per cognitivisti, in cerca della definizione di intelligenza settoriale.
Non ne ho trovato una definizione specifica, pare si parli solo di teoria dell'intelligenza multipla: che mi appare una sonora stupidaggine, un altro modo pezzente e buonista per dire che "grosso modo siamo tutti intelligenti" e che "la gente non è stronza solo perché si mangia la soppressata e guarda Affarti tuoi come fosse Cazzi tua".

"Intelligenza settoriale" ha invece un sacco di occorrenze nel search engine di google, ma da oggi in poi la battezzerò "intelligenza a compartimenti stagni"
Baci und braci
(Buona salute e cattiva memoria, sii felice)

[bus urbani] abbiamo fatto esami di coscienza?

http://fabriziodm.blogspot.com/ dal violino alla stratocaster

una logica meticolosa e coerente

Salve prof,
scrivo questa e-mail per renderla partecipe di un pensiero che purtroppo le rende merito.
Premetto che credo in ciò che faccio, l'istinto mi guida inizialmente ad intraprendere delle vie che poi però sono elaborate con meticolosa logica, e premetto che tento il più possibile di stabilire un rapporto di coerenza tra dire e fare e tra fare e fare.
Per questo voglio precisare che non le scrivo per, mi scusi l'espressione, "Pararmi .." o altro...
Le scrivo perchè in fondo devo ringraziarla , se non fosse stato per lei, per la disorganizzazione del corso, per la testardaggine che in primis lei ha mostrato nei miei confronti e che mi ha spinto ad incaponirmi ancora di più..
se non fosse stato per tutto questo ,non avrei scoperto il mondo del Digitale ,non avrei scoperto quanta forza e quanta soddisfazione mi dà avere uno spazio tutto mio in cui scrivere le mie idee e le mie "denunce" e renderle poi pubbliche.
Questo mi sta aiutando anche ad imparare a scrivere meglio, ad essere più chiara quando serve, e più melodrammatica quando la situazione lo consente, e mi sta anche insegnando che prima di scrivere una cosa si deve essere sicuri di ciò che si vuole dimostrare perchè si sa "verba volant scripta manent".
Infondo devo ringraziarla...
nonostante tutto...

Arrivederci...

people